SCEGLI IL CINEMA
filtra per filtra per

Ippocrate

  • Uscita:
  • Durata: 102min.
  • Regia: Thomas Lilti
  • Cast: Vincent Lacoste, Reda Kateb, Jacques Gamblin, Marianne Denicourt, Félix Moati, Carole Franck, Philippe Rebbot, Julie Brochen, Jeanne Cellard, Thierry Levaret, Zorah Benali, Juliette Aoudia, Juliette Navis, Erwan Laurent, Paul-Antoine Chenoz, Fanny Sidney, Johann Dionnet, Martine Schambacher, Orian Castano, Viviana Verdugo, Leticia Gutiérrez, Alain Dzukam-Simo, Tiphaine Daviot, José Luis Roig, Beata Nilska, Alexandra Padilha, Mohamed Nouar, Hanane Belhouari, Cathy Bodet, Flavie Barret, Charlotte Speciel, Bertrand Constant, Christophe Odent, Travis Kerschen
  • Prodotto nel: 2014 da 31 JUIN FILMS IN COPRODUZIONE CON FRANCE 2 CINÉMA
  • Distribuito da: MOVIES INSPIRED (2018)

TRAMA

Benjamin è convinto che diventerà un bravo medico e sta per affrontare il suo primo stage, presso l'istituto in cui lavora suo padre, il professor Barois. L'esperienza si rivela però tutt'altro che semplice e niente va come Benjamin aveva sperato, costretto a confrontarsi non solo con i propri limiti e paure, ma anche quelle di pazienti, familiari, medici e resto del personale. La pratica è più difficile della teoria, le responsabilità pesantissime, suo padre è assente e il suo collega stagista è un medico molto più esperto di lui: Benjamin non è più sicuro di niente...

Dalla critica

  • Cinematografo

    La vita è dura in corsia per i medici tirocinanti. Agli sforzi compiuti per non sembrare oggetto dei soliti favoritismi – il padre è il primario di reparto – il giovane Benjamin è costretto ad affiancare una dose di umorismo cinico nei rapporti con i colleghi più anziani e, soprattutto, una razionale professionalità nell’affrontare il dolore dei pazienti. A dare una mano all’aspirante dottore, tormentato dai dubbi, ci pensa Abdel, medico di origine algerina e sorta di figura paterna alternativa, insofferente alle pretese dei superiori e incline ai legami empatici con i pazienti. Con Ippocrate , il francese Thomas Lilti, anche co-autore delle sceneggiatura, torna nuovamente a descrivere il mondo della sanità francese dopo l’interessante Medico di campagna (in realtà posteriore al film preso in esame) e punta la lente d’ingrandimento sui corridoi di un reparto ospedaliero della metropoli parigina. Senza mai scadere nella pornografia del dolore e forte della propria esperienza personale (Lilti è un vero medico), Ippocrate traccia un quadro efficace della vita di reparto, dei suoi umori, dei suoi problemi, raggiungendo difficilmente picchi emotivi ma anche senza una sbavatura. L’uso implacabile della macchina a mano, lungi però da eccessi vertiginosi à la fratelli Dardenne, crea infine un piacevole effetto documentaristico, ma la sostanza filmica è pura fiction.

In programmazione in questi cinema

Cosa vuoi fare?

Idee per il tempo libero

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Altri film nei dintorni

Nel frattempo, in altre città d'Italia...